Nicola Eremita
discendente studioso conservatore esperto apologeta dell'Opera dell'Artista Maestro Mario Eremita.

Gli Appunti Minimi

Sono miei pensieri sull'arte contemporanea. Il mio punto di vista è interno, avendo la ventura d'essere figlio di un artista ed artista io medesimo; ed esterno, avendo la ventura d'essermi voluto occupare d'arte contemporanea nell'arco della mia vita.

Ogni pensiero, se certamente autentico, causa la condivisione di alcuni e il rigetto di altri ed ha la conseguenza di uno o più giudizi di merito. Solamente chi simula, falsamente, la sospensione del giudizio, guadagna il favore di chi ha la pretesa dell'egemonia, perché costui sa che, quella sospensione, non è altro che uno stratagemma per schierarsi, infine, colla "parte prevalente", col "giudizio dei molti" o della "media" o, peggio ancora del "sentito dire"; che altro non sono che la pedissequa conformità all'autorità prevalente.

Tuttavia i pensieri non debbono avere il medesimo peso ed allora, nell'arte, di chi saranno buoni ed autorevoli?

Certo, per primi, se ve n'è, vanno i pensieri degli artisti!

Proprio quelli che nell'attuale realtà dell'arte, sono messi al di sotto di altri pensatori o recensori o critici o vari curatori; che pare abbiano il potere ( e lo hanno ) di stabilire destini e valori veniali d'ogni avventuriero dell'astratta immaginazione.

Nella scienza scrivono e parlano gli scienziati mentre i divulgatori hanno solo il ruolo che gli è consono, che è quello di "media" appunto ciò che si pone come tramite per la trasmissione dell'informazione; e non come filtro.

Si sa che ogni medaglia ha il suo rovescio e che quindi, alla lunga, ogni "media" diviene anche filtro e spesso in ragione di motivazioni mica tanto edificanti. Soprattutto quando, nel contesto, si presume il prevalere dell'opinabilità. Cosa massimamente errata e cagione del dilagare dell'ignoranza funzionale rispetto ai valori estetici.

Ebbene si sappia: l'arte è come la scienza, sperimenta scopre costruisce confuta e, col tempo, raggiunge, a piccoli passi, la perfezione nell'atto di svelare la verità. Perchè essa è l'unico vero scopo d'ogni umana azione.

Nicola Eremita.

  • Biennale di Venezia
  • Collettiva d'Arte Contemporanea Biennale di Venezia
  • Esposizioni Personali Temporanee
  • Indice nominale degli Artisti Espositori