Mostra Personale: CONTINUO DIVENIRE


15 maggio | 31 maggio 2004

torna al calendario 2004

  • enza scotto
    correnti marine
    olio su tela cm 90x100
  • enza scotto
    antiche emozioni
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    luce e poesia del borgo
    olio su tela cm 90x100
  • enza scotto
    stagioni della vita 1
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    emozioni sonore
    olio su tela cm 90x100
  • enza scotto
    dovizie del mare nostrum
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    tesori del mediterraneo 2
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    otto marzo
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    policromia del corallo
    olio su tela cm 90x100
  • enza scotto
    policromia del corallo 2
    olio su tela cm 80x90
  • enza scotto
    oltre il glicine
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    pensando alla fata morgana
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    tesori del mediterraneo
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    esplode la primavera
    olio su tela cm 90x100
  • enza scotto
    paesaggio ionico
    olio su tela cm 70x80
  • enza scotto
    omaggio a claude monet
    olio su tela cm 50x70
  • enza scotto
    casolare al tramonto
    olio su tela cm 80x90
  • enza scotto
    stagioni della vita
    olio su tela cm 70x80

Biografia

Vincenza Scotto vive a Reggio Calabria. Già docente di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico "Mattia Preti" di Reggio Calabria, svolge intensa attività artistica, alla quale trovano riscontro e critica, riconoscimenti e premi. È socia onoraria UNS, nel 2002 è stata insignita della Mimosa d'argento dell'Associazione Culturale Anassilaos. Espone dal 1963 in Italia ed all'Estero. nata a Desio il 23 marzo 1976.

Parere della Direzione Artistica
Galleria d'Arte III Millennio

Vincenza Scotto propone una collezione di dipinti di gusto mediterraneo, connotati da soave poetica contemplativa. Emblematici sono: il tema del mare, il grande utero, il primo motore della vita; in esso Vincenza Scotto ritrae il corallo, organismo simbolo che, nella sua apparente immobilità, indica invece la fragilità ed il tenue equilibrio della vita, ed i piccoli scorci in cui le vestigia umane sono avvinghiate dalla prorompente vitalità generale.

Si rileva almeno un aspetto contenutistico e filosofico della pittura di Vincenza Scotto. L'artista rappresenta con sentimento il "continuo divenire", della natura, le sue molteplici forme e soluzioni, la sua tenacia e la sua delicatezza e il concetto vitalistico, ottimista e sensuale, è reso con ottima pregnanza.